Guida Anti Penalizzazione su Google

07/03/07 seo Seo 3 commenti 3395 letture
Guida Anti Penalizzazione su Google

Breve estratto dalla Guida Anti Penalizzazione su Google disponibile in area riservata.
Il Documento completo, composto da 7 pagine, è disponibile in versione integrale nell'area riservata.

GOOGLE SANDBOX- Google Sandbox è forse la penalizzazione più famosa su Google e sicuramente una delle più estese e problematiche.

Si tratta di un filtro applicato ai nuovi siti ma spesso anche a siti già esistenti che cambiano "settore" o stravolgono la propria struttura per i quali Google non dispone di uno storico abbastanza grande e affidabile per poter capire l'effettiva validità degli stessi.

I recenti cambiamenti di Google hanno portato l'algoritmo a dare maggiore importanza ai dati storici di indicizzazione e ranking, metodo sicuramente più attendibile per la valutazione delle pagine Web e quindi nella composizione del ranking finale.

Il modo più rapido per risolvere il problema è affidarsi a link da siti importanti o già ben posizionati.
Basta spesso anche un solo link importante per vedere il proprio sito posizionarsi anche con keyword piuttosto competitive.

CONTENUTI DUPLICATI- In un Web a rapida crescita quantitativa soprattutto con il forte impulso fornito dalla blogosfera, Google ha implementato numerosi controlli per arginare il fenomeno dei contenuti duplicati per esempio provenienti da feed rss, copiati da Wikipedia o utilizzando gli script per importare i dati Dmoz e Wikipedia.

I sistemi per contenere o eliminare questo problema sono molteplici e dipende dalla natura del problema stesso.

Utilizzo del file robots.txt: permette di impedire l'accesso da parte degli spider a file o cartelle che potrebbero generare pagine duplicate o comunque totalmente inutili per il posizionamento (per esempio le pagine di inserimento commenti, pagine di ricerca, ecc).

Utilizzo di redirect 301 e .htaccess: sistema utile quando si decide di modificare pesantemente il proprio sito, modificando per esempio la struttura gerarchica del sito e quindi gli url delle pagine stesse.
Permette di reindirizzare gli spider dalle pagine vecchie a quello nuove evitando la presenza contemporanea di entrambe le pagine negli indici dei motori di ricerca, fatto che potrebbe creare problemi qualora il motore consideri più attendibile una vecchia pagina invece di una identica nuova.

Migliore gestione di Title e Metatag: molte volte la mancata personalizzazione di titoli delle pagine e metatag può dare vita al fenomeno di pagine duplicate inserite nei risultati supplementari.
Questo può essere risolto almeno in parte dotando le pagine di metatag e title personalizzati in linea ovviamente con il contenuto stesso delle pagine. 

PAGINE NEI RISULTATI SUPPLEMENTARI E PAGINE OMESSE - Questa penalizzazione porta una parte delle pagine indicizzate di un sito a non comparire nei risultati di ricerca, salvo specificando "Visualizza risultati omessi" oppure "Visualizza pagine supplementari".

Questo fenomeno è causato da una serire di cause ovvero:
- Pagine con contenuti duplicati di altri siti (Wikipedia, Dmoz, ecc);
- Pagine prive di link in entrata (vecchie pagine, zone scollegate del sito, ecc);
- Doorway e Cloaking.

Per risolvere questo problema, l'unica soluzione è:
- riscrivere i contenuti in caso la penalizzazione dipenda dai contenuti presi da altri siti;
- migliorare la struttura interna del sito in caso il problema sia causato dalla mancanza di link;
- Eliminare pagien doorwat e cloaking, molto molto pericolo da utilizzare.

GOOGLE BOMBING - Google conosce perfettamente quali sono le dinamiche di crescita della LP di un sito e da queste regole ha estratto un sistema di analisi per capire eventuali fenomeni "artificiali".

Tra i sistemi più utilizzati da Google per individuare questi fenomenti :
- analisi di anchor text del link o la keyword collegata al link;
- presenza di numerosi link reciproci tra i siti che presentano il link;
- localizzazione del link (un sito difficilmente viene linkato esclusivamente in homepage);
- Ip utilizzati dai siti;

Ovviamente per eliminare questo problema occorre adottare qualche accorgimento quando si effettuano attività di link building (in caso di link baiting il problema non sussiste in quanto saranno gli stessi siti esterni a identificare una keyword o la localizzazione del link per loro più adatta), ovvero:
- alternare le keyword utilizzate nei link;
- se possibile farsi linkare non solo l'homepage ma eventuali aree importanti all'interno del sito;
- evitare siti con troppi link esterni.

FILTRO SU LINK FARM - Le link farm sono state il primo strumento adottato dai Seo per risolvere l'enorme problema della LP.
Inizialmente, infatti, Google non badava  tanto alla qualità specifica dei link, per cui dotarsi di una o più link farm pronte a linkare i nostri siti si rivelava una soluzione decisamente utile e comoda.

Da qualche tempo, però, Google si è accorto del problema ed ha iniziato ad analizzare le specifiche dei link potendo quindi capire quando un sito era realizzato al solo scopo di fornire link ad altri siti.

La penalizzazione in questo caso è molto molto difficile da individuare perchè i link penalizzati vengono comunque rilevati e spesso visualizzati ma quello che non viene rilevato è il "valore" trasferito dal sito che ci linka, con il rischio di lavorare e fare affidamento su link di fatto "sterili", ovvero che non aggiungono valore al nostro sito.

Uno dei riferimento più immediati per capire questa penalizzazione è lo scarso posizionamento raggiunto da queste pagine spesso inserite in "Pagine supplementari" o "Pagine omesse" e rintracciabili su Google unicamente indicando l'url esatto.

FILTRO SU NUOVE PAGINE, LINK IN ENTRATA E STORICO INDICIZZAZIONE- Con un database composto da milioni e milioni di siti Web, Google è riuscito ad ottenere una stima attendibile sulla crescita numerica delle pagine di un sito Web nel tempo, potendo quindi avere a disposizione ulteriori elementi per capire la qualità e quindi il Trust di un sito Web.

Questo ha permesso a Google di capire l'importanza e l'affidabilità di un sito, semplicemente contando i link e le pagine indicizzati di un sito, la loro crescita e il loro "turn over" nel tempo.

Con lo stesso sistema Google è in grado di rilevare fenomeni come gli Spam Engine, ovvero siti che in pochissimo tempo hanno una crescita incredibile nel numero di pagine (per la natura stessa di questi siti) oppure fenomenti di Google Bombing (vedi sopra).

  1. Fabrizio Ventre

    Mi occupo di SEO e Lead Generation. Somo appassionato di tecnologia e innovazione e fondatore di alcune importanti testate hi-tech. Attualmente Seo Manager presso Omniaweb.

In primo piano

Articoli collegati

Newsletter Seotopic.com

Ti è piaciuto questo articolo? Non perderne nessuno, iscriviti alla newsletter per riceverli una email ogni volta che verrà pubblicato un nuovo incredibile post.

Commenti

  1. Avatar

    Scrivi:
    pagine nei risultati supplementari e pagine omesse - questa penalizzazione porta una parte delle pagine indicizzate di un sito a non comparire nei risultati di ricerca, salvo specificando "visualizza risultati omessi" oppure "visualizza pagine supplementari".

    questo fenomeno è causato da una serie di cause ovvero:
    - pagine con contenuti duplicati di altri siti
    --- ---
    e' quello che succede alla home page di un sito di un'azienda, per la quale curo il sito. ho scoperto grazie all'ottimo copyscape che un concorrentello con poca fantasia ha copiato di sana pianta 10 righe della home page (e sono certo che è così e non il contrario). sfortunatamente cercando con google un frammento di testo copiato (3-5 parole) messe tra virgolette, appare l'altro sito. il bello è che la home page del sito che curo io è indicizzata su google da almeno un anno prima di quella dei copioni e il testo non è cambiato (solo qualche modifica al design)

    mah?!?!?
    max

    Rispondi
  2. Avatar

    Sfortunatamente cercando con google un frammento di testo copiato (3-5 parole) messe tra virgolette, appare l'altro sito.

    aggiungo: e il "mio" sito viene fuori solo fra i risultati omessi.

    altro aspetto scorrelato, ma non del tutto:
    "mio" sito pr=3
    sito dei "copioni" pr=0

    massimo

    Rispondi
  3. Avatar

    Salve,
    le penalizzazioni vengono tutte comunicate via mail? io mi sono ritrovato cancellato dall'indice di gg senza comunicazione alcuna. strano....

    saluti,
    danilo.

    Rispondi
  4. Inserisci il tuo commento


    Autore:

    Email (per ricevere aggiornamenti sui commenti):

    Tuo sito (opzionale):

    Codice antispam: 1503439200
    Ricopia Codice:

    Testo (minimo 20 caratteri):

Seotopic

Probabilmente il miglior blog Seo degli ultimi 150 anni.
I seo si stanno estinguendo. Aiutaci a salvarli !!!!

  • Vicenza, Padova, Milano
  • Mobile:
  • Email: info@seotopic.com

Dove opero

Mi trovi a: Vicenza, Padova, Verona, Treviso.

Contatti

  • Vicenza, Padova, Milano
  • Mobile:
  • Email: info@seotopic.com