Link, Big Daddy e riduzione pagine indicizzate

06/06/06 seo Seo link 2 commenti 2563 letture
Link, Big Daddy e riduzione pagine indicizzate

Sui forum dedicati ai motori di ricerca, una delle domande più frequenti riguarda il crollo vertiginoso di pagine indicizzate. In molti casi si legge che siti da 5-6.000 pagine si ritrovano all'improvviso con sole 10-15 pagine, con ovvi problemi di crollo del traffico proveniente da Google.

Qualche tempo fa avevo scritto riguardo Link e Bigdaddy, come semplice sensazione e analizzando i primi risultati di un test che stavo conducendo.

Per quanto riguarda Big  Daddy, comfermo come scritto in precedenza che secondo me si tratta di una specie di algoritmo di supporto al normale crawling con una sola funzione: quella di analizzare e rettificare i link delle varie pagine e dei siti man mano che vengono indicizzati.

In caso Big Daddy reputi negativamente un sito, il sistema prevede di ridurre in una certa misura l'indicizzazione delle sue pagine, un pò come se dicesse "Questo sito è spazzatura, mi limito alla sola homepage".

La cosa particolare è che un sito colpito da Big Daddy tende ad essere di fatto cancellato dalla rete e renderlo praticamente inutilizzabile e quindi destinato semplicemente a morire.

Il motivo è semplice.
BigDaddy analizza un link e ne valuta provenienza e motivo di esistenza.
Se io linko un sito "penalizzato" andrò facilmente incontro a penalizzazioni da parte di Google, per la logica imposta da Bigdaddy secondo la quale ogni sito è responsabile dei siti linkati.
Se io linko un sito spammer, giustamente dovrei essere penalizzato.

Una volta che il sito è quindi penalizzato, nessun Seo o Webmaster che sia capace di rilevare il problema accetterà di linkarci con la conseguenza che non riuscendo più a trovare link resteremo penalizzati per molto molto tempo.

Le problematiche sorte da BigDaddy richiedono di invertire immediatamente la rotta verso un sistema di ricerca e incremento dei link in entrata che si discosti da un metodo "quantitativo" (low cost) e punti maggiormente sulla qualità.

Le conseguenze negative di tale algoritmo devono però essere per forza compensate da un altro fatto, in quanto resto della convinzione che il sistema tende ad essere sempre e comunque bilanciato e accessibile teoricamente da tutti.

Per bilanciare il sistema, l'unica cosa che ho notato è che rispetto a prima occorrono molti meno link per essere posizionati, sovvertendo definitivamente il concetto di pagerank quantitativo e rafforzando quello che da molti seo è considerato il trust rank.

Le problematiche inerenti la crescita naturale di popolarità sono però molto complesse e il sistema per risolverle probabilmente non sarà accessibile a tutte le aziende.

Costruire in laboratorio un motivo per cui altri siti decidano di dedicarci un link è ai limiti dell'impossibile e richiede sicuramente un certa dose di esperienza, fortuna e conoscenza. ;)

  1. Fabrizio Ventre

    Mi occupo di SEO e Lead Generation. Somo appassionato di tecnologia e innovazione e fondatore di alcune importanti testate hi-tech. Attualmente Seo Manager presso Omniaweb.

In primo piano

Articoli collegati

Newsletter Seotopic.com

Ti è piaciuto questo articolo? Non perderne nessuno, iscriviti alla newsletter per riceverli una email ogni volta che verrà pubblicato un nuovo incredibile post.

Commenti

  1. Avatar

    Articolo molto interessante dato che su un altro sito che gestisco mi è successa questa cosa. sto sviluppando un tool per capire se un sito può essere un sito bannato di google. secondo te il fatto che un sito abbia nell'indice google solo la homepage può trattarsi di un sito bannato?

    Rispondi
  2. Avatar

    No, non basta per considerare un sito bannato.
    potrebbero essere tanti i motivi per cui ti trovi solo la homepage.
    potrebbe trattarsi anche di semplice penalizzazione temporanea, sandbox o altro fenomeno simile.

    Rispondi
  3. Inserisci il tuo commento


    Autore:

    Email (per ricevere aggiornamenti sui commenti):

    Tuo sito (opzionale):

    Codice antispam: 1508709600
    Ricopia Codice:

    Testo (minimo 20 caratteri):

Seotopic

Probabilmente il miglior blog Seo degli ultimi 150 anni.
I seo si stanno estinguendo. Aiutaci a salvarli !!!!

  • Vicenza, Padova, Milano
  • Mobile:
  • Email: info@seotopic.com

Dove opero

Mi trovi a: Vicenza, Padova, Verona, Treviso.

Contatti

  • Vicenza, Padova, Milano
  • Mobile:
  • Email: info@seotopic.com