Google Autocomplete, come funziona e come manipolarlo

10/03/15 seo Seo 1 commenti 2383 letture
Google Autocomplete, come funziona e come manipolarlo

La funzione autocompletamento di Google, è quella funzione che si attiva nell'istante in cui iniziate a scrivere una parola chiave, vi fornisce una serie di possibili alternative.

Si tratta di una funzione molto utile, soprattutto da Mobile, che ha lo scopo di suggerire l'utilizzo di parole chiave più specifiche per individuare il nostro bisogno.

Google si è accorta che in passato molti utenti non erano in grado di interpretare in maniera corretta il motore di ricerca,utilizzando spesso parole chiave ultrageneriche e ottenendo cosi risultati in realtà poco pertinenti ai bisogni reali della persona.

Come possiamo immaginare, ogni suggerimento di Google rappresenta un bel bottino in termini di traffico anche perchè, proprio per via della limitatezza dei suggerimenti, in qualche modo vengono convogliate migliaia di ricerche con parole ipoteticamente infinite, in direttrici di traffico più limitate e circoscritte.

Questo consente di operare in diversi modi ovvero:

- identificare direttrici di traffico elevato da "mid tail";
- capire, in termini di semantica, le associazioni effettuate da Google;
- manipolare i suggerimenti al fine di convogliare traffico su parole chiave di nostro interesse.

Come si generano gli Autocomplete

I suggerimenti vengono elaborati da Google in base allo storico di ricerche individuato in un certo periodo, in base alla posizione rilevata e alle nostre precedenti ricerche.

I suggerimenti sono temporalmente circoscritti ad un determinato periodo e variano di volta in volta, in quanto Google tenta di fornire un suggerimento sempre valido.

Per fare degli esempi, cercando oggi "Juventus", troviamo come suggerimenti le ultime 2 partite della Juventus, tra le quali "Juventus Sassuolo" proprio di ieri sera.

 

Cercando un elemento territoriale, come Banca Popolare, Google rileva la mia posizione e mi suggerisce degli elementi teoricamente rilevanti nella mia zona geografica.

Altre tipologie di parole chiave, come "Come Dormire", riflettono i volumi di ricerca di questo periodo.


L'autocompletamento tenta di correggere automaticamente la ricerca, quindi iniziano a scriverla in modo errato, troveremo già dei suggerimenti correttivi.


Suggerimenti da errore

Uno degli obiettivi di Google Autocomplete, è fornire una correzione delle parole chiave digitate dagli utenti.

Questo corregge, in tanti modi, comportamenti errati degli utenti, con correzioni sia grammaticali, sia concettuali.

Quante volte vi sarà capitato di non ricordare bene una parola, scriverla su Google e ottenere la parola esatta? Cosi come un dubbio di come scrivere una parola, il nome di un personaggio, di un evento, ecc.

 

Quando la parola non esiste

 

Quando registrai Seotopic nel 2006, la parola non esisteva online e, cercando su Google il nome del mio blog, per i primi giorni Google mi proponeva la ricerca alternativa di "Scotopic".

Solo a seguito di alcune ricerche, Google inserisce una parola inventata nelle possibili ricerche.

Quando la parola è infamante

A causa di problemi legali, Google ha apportato una serie di filtri negli autocomplete, eliminando parola chiave che possono generare problemi di natura legale o discriminatoria.

Sono state rimosse, infatti, parole come truffa, truffatore, fregatura in ambiente business, oppure tutta una serie di termini che potrebbero evidenziare odio razziale o discriminazioni religiose, sessuali e di etnie.

Quando Google sbaglia clamorosamente

Come detto, tramite Googe Autocomplete, possiamo in qualche modo chiedere a Google "cosa conosce" di uno specifico argomento.

Questo è utile in fase di valutazione SERP perchè in questo modo possiamo cogliere diversi elementi che potrebbero tornarci utili nel lavoro che stiamo gestendo.

Tuttavia, alcune volte, l'autocompletamento ci consente di capire quando Google sbaglia in maniera clamorosa.

Ho studiato in questi mesi il famoso caso Unilibro e, lavorando sullo storico dati, è stato possibile evidenziare come, per quasi 2 anni, Google avesse associato e considerato come unica entità il sito Unilibro con IBS.

Cercando la prola Unilibro, Google proponeva infatti spesso e volentieri, ricerche collegate al diretto concorrente, cosi come, anche cercando in effetti la parola chiave Unilibro, veniva evidenziati in realtà dei risultati di ricerca proprio come se stessimo cercando Ibs.

In questo caso, l'errore era generato alla radice, ovvero al fatto che, causa Panda, Google pensava che Unilibro e IBS fossero lo stesso identico sito, semplicemente clonato, con un filtro simile a quello che capita a chi sfrutta Affiliazioni o DropShipping.

Anche se l'associazione è stata eliminata da Google, come ho potuto visionare dalla documentazione, qualcosa è rimasto ancora.

 

Come possiamo manipolare Google Autocomplete

[Test e ricerca in corso, a breve aggiornamenti. Stay Tuned]

Tools e strumenti utili in tema di Suggest

[Test e ricerca in corso, a breve aggiornamenti. Stay Tuned]

I rischi di una Seo Blackhat con Suggest

[Test e ricerca in corso, a breve aggiornamenti. Stay Tuned]
 

 

 

  1. Fabrizio Ventre

    Mi occupo di SEO e Lead Generation. Somo appassionato di tecnologia e innovazione e fondatore di alcune importanti testate hi-tech. Attualmente Seo Manager presso Omniaweb.

In primo piano

Articoli collegati

Newsletter Seotopic.com

Ti è piaciuto questo articolo? Non perderne nessuno, iscriviti alla newsletter per riceverli una email ogni volta che verrà pubblicato un nuovo incredibile post.

Commenti

  1. Avatar

    Interessante il caso di unilibro, quando ho pi tempo me lo guardo meglio. comunque non la prima volta che l'autocomplete di google si bugga a questi livelli.
    tant' che nella documentazione ufficiale dell'autocomplete google dice che "i termini di ricerca visualizzati potrebbero sembrare sciocchi, strani o imprevisti"
    un modo come un altro per dire "io vi ho avvisato..." :)

    Rispondi
  2. Inserisci il tuo commento


    Autore:

    Email (per ricevere aggiornamenti sui commenti):

    Tuo sito (opzionale):

    Codice antispam: 1490223600
    Ricopia Codice:

    Testo (minimo 20 caratteri):

Seotopic

Probabilmente il miglior blog Seo degli ultimi 150 anni.
I seo si stanno estinguendo. Aiutaci a salvarli !!!!

  • Vicenza, Padova, Milano
  • Mobile:
  • Email: info@seotopic.com

Dove opero

Mi trovi a: Vicenza, Padova, Verona, Treviso.

Contatti

  • Vicenza, Padova, Milano
  • Mobile:
  • Email: info@seotopic.com