Linee Guida per lo sviluppo Seo dei Siti Web

19/12/11 seo Seo 0 commenti 2270 letture
Linee Guida per lo sviluppo Seo dei Siti Web

Progettare un sito Seo Friendly garantisce a parità di lavoro, un risultato in termini di visibilità sicuramente superiore rispetto ad un sito web rattoppato in post produzione.

Quali sono le linee guida da seguire per un sito web Seo Friendly?

In realtà i punti chiave sono davvero pochi, direi semplicemente due ovvero:

- Struttura del sito;

- Contenuti;

Attorno a questi due punti chiave, l'agenzia Web e il cliente, dovrebbero poi sviluppare il resto del sito, tenendo sempre a mente l'obiettivo per il quale stanno creando quel sito.

Perchè l'obiettivo lo avete  chiarito, vero?

Se cosi non fosse, fermi tutti. Prima chiarite l'obiettivo del sito perchè senza un vero obiettivo, non sarete mai in grado di produrre una strategia vincente e soprattutto efficace in termini di risultati.

Fatto questo, proseguite a leggere il resto.

Vediamo subito cosa NON includere nel nostro progetto:

1) Mappe cliccabili, poco gradite ai motori e poco usabili.

2) Navigazioni interamente basate su ajax/jquery o equivalenti se non disponiamo di alternative statiche;

3) Flash, bandito se non per specifici contenuti o grafica di contorno

4) Pagine con passaggio di dati via $_POST, ovvero quelle pagine che a parità di url, possono mostrare diversi contenuti.

5) Assegnazione automatica della lingua mediante geoip o lingua impostata sul browser; piuttosto fate in modo che gli utenti inglesi arrivino sulle pagine in inglese e se cosi non fosse, fate in modo che il cambio di lingua sia intuitivo (perchè se sono in Germania e voglio vedere il tuo sito, mi girano le scatole se il tuo sito mi fa vedere contenuti in tedesco e non trovo entro 2 secondi il link per leggerli in italiano).

6) Splash page, bandite e utili solo a perdere tempo e visite.

Ora, depennate un pò di soluzioni tra quelle utilizzabili, vediamo come progettare un sito semplice da promuovere.

Lista dei contenuti

1) Investiamo una giornata o anche due, per creare la lista dei contenuti che saranno poi pubblicati nel sito web, in modo da capire subito quali saranno i contenuti importanti, quelli di contorno e quelli tutto sommato inutili ai nostri fini.

2) Fatta la lista, verifichiamo che i contenuti siano sufficienti al tipo di sito che dobbiamo creare. 

3) Prima analisi Seo sulle ipotetiche parole chiave da sviluppare per la visibilità.

4) Verifichiamo che i contenuti previsti nella prima stesura, possano in qualche modo coprire le principali parole chiave.

5) Se il punto 4 non viene rispettato, proponiamo di estendere, spezzettare o integrare i contenuti, cercando di avere 1 pagina ad hoc per ogni top keyword.

Struttura del sito

Home Page

La homepage deve essere la nostra porta di accesso a tutti i principali contenuti del nostro sito. Se il sito prevede centinaia o migliaia di sezioni, creiamo una struttura abbastanza snella in modo da poter mettere nel giusto livello ogni singolo argomento.

Home page => Keyword Generiche o di altissimo rendimento 

I livello => Keyword Alta e Media / Alta competitività

II livello => Keyword Media / Media Bassa Competitività

e cosi via.

Il vicolo cieco

L'ultimo livello è il nostro vicolo cieco, un ramo morto del sito da recuperare in termini Seo.

Possiamo recuperare quel potenziale, che alttrimenti andrebbe sprecato, in tanti modi:

1) Contenuti simili, affini o correlati 

2) Contenuti più importanti, più letti o commentati

3) Accesso alle principali sezioni

4) Link esterni ad altri risorse

Navigazioni alternative

Vediamo anche, se possibile e necessario, creare una navigazione geografica o una navigazione per categorie, keyword o tag in modo da avere:

1) Maggior copertura di parole chiave specifiche;

2) Proporre una navigazione al nostro potenziale cliente per categoria, per ambito, per applicazione, per area geografica, ecc

In Page

Ora, progettiamo le nostre singole pagine.

1) Nessun link esterno in homepage: portare via potenziale dalla homepage, vuol dire azzoppare l'intero sito

2) Ogni pagina ha un obiettivo, ogni pagina ha quindi il suo title, la sua description, se avete tempo anche le sue keyword, il suo h1 e h2.

3) Ogni pagina ha un suo contenuto non copiato, non scopiazzato, originale e se possibile abbastanza lungo da giustificare la pagina (ah, fare copia incolla o ribatterlo al pc è la stessa cosa ... :- )

4) Il contenuto della pagina, è il mezzo attraverso il quale dovrete comunicarae al cliente informazioni su di voi, sui vostri prodotti o addrittura vendergli servizi e prodotti. 

No Adsense

Se il vostro cliente vi chiede di mettere adsense dentro il proprio sito e-commerce, cercate di fargli capire che forse è ora di cambiare lavoro.

 

  1. Fabrizio Ventre

    Mi occupo di SEO e Lead Generation. Somo appassionato di tecnologia e innovazione e fondatore di alcune importanti testate hi-tech. Attualmente Seo Manager presso Omniaweb.

In primo piano

Articoli collegati

Newsletter Seotopic.com

Ti è piaciuto questo articolo? Non perderne nessuno, iscriviti alla newsletter per riceverli una email ogni volta che verrà pubblicato un nuovo incredibile post.

Commenti

Nessuno ha ancora osato commentare questo straordinario post. Vuoi essere il primo ?

Inserisci il tuo commento


Autore:

Email (per ricevere aggiornamenti sui commenti):

Tuo sito (opzionale):

Codice antispam: 1495749600
Ricopia Codice:

Testo (minimo 20 caratteri):

Seotopic

Probabilmente il miglior blog Seo degli ultimi 150 anni.
I seo si stanno estinguendo. Aiutaci a salvarli !!!!

  • Vicenza, Padova, Milano
  • Mobile:
  • Email: info@seotopic.com

Dove opero

Mi trovi a: Vicenza, Padova, Verona, Treviso.

Contatti

  • Vicenza, Padova, Milano
  • Mobile:
  • Email: info@seotopic.com