Posizionamento Multilingua III: Occhio alle estensioni e al dominio utilizzato

19/06/09 seo Seo hosting 2 commenti 3139 letture
Posizionamento Multilingua III: Occhio alle estensioni e al dominio utilizzato

Posizionamento Multilingua, parte 3: Occhio alle estensioni e al dominio utilizzato

Le estensioni dei domini, soprattutto in Europa, obbligano i registranti a disporre di sedi legalmente riconosciute nei vari paesi per poter registrare per esempio un .fr, .de, .co.uk o .it. a  meno che non si utilizzi una società apposita che registra a nostro nome, bypassando di fatto le restrizioni geografiche.

L'estensione del dominio, nel momento in cui vogliamo suddividere il nostro sito in più domini differenti, è comunque un aspetto in parte surrogabile, visto che comunque un .com o un .net possono tranquillamente posizionarsi bene in qualunque paese al mondo.

Google e altri motori utilizzano l'estensione del dominio e l'ip del server per stabilire la collocazione geografica di un sito includendolo o meno per una ricerca basata su Paese e non su Lingua (Esempio Tedesco in Germania piuttosto che Tedesco in Austria).

Disporre delle relative estensioni geografiche sarebbe quindi un concreto vantaggio, tuttavia i problemi e le possibilità, soprattutto per hotel e piccole aziende, sono piuttosto difficili da risolvere e in parte piuttosto costosi.

I domini geografici inoltre sono anche difficilmente cedibili ad eventuali terze parti, in quanto costringono l'acquirente ad avere sede in quel determinato paese, escludendo anche la possibilità di dismettere a livello aziendale un dominio diventanto inutile.

Altra componente che dovrebbe portarvi ad utilizzare un .com piuttosto che ad una estensione internazionale è il costo mediamente più elevato di questi domini che spesso hanno un costo di registrazione anche 10 volte superiore a quello di un .com

Qui trovate la lista completa di estensioni, obblighi e costi annuali dei vari domini geografici.

Se non lavorate per Fiat o Nike, personalmente considero l'utilizzo di domini geografici in parte sconsigliato, visti i problemi di registrazione e preferisco l'utilizzo di domini registrati ad hoc in base alla lingua di promozione, sempre prediligendo il .com o il .net a  seconda della disponibilità dei domini.

Per esempio, se il sito da promuovere riguarda mobili e la nostra azienda  si chiama Rossi, si potrebbe utilizzare: Mobilirossi.com per l'italiano; rossifurniture.com per l'inglese, ecc ecc per le diverse lingue, migliorando anche l'apppeal del nostro dominio nelle ricerche estere e guadagnando tra l'altro una keyword nel nome a dominio.

Tenete sempre presente infatti che alcuni marchi/brand aziendali potrebbero non avere senso in altre lingue o addirittura un significato opposto, soprattutto per le lingue come il francese che tendono ad avere versioni tradotte anche per parole internazionali di uso comune.

A meno che il vs brand non sia equiparabile a Fiat o Nike, l'affiancamento brand + keyword prodotto potrebbe costituire sicuramente un vantaggio competitivo e dare un maggior significato al vs brand soprattutto in un mercato dove siete ancora sconosciuti alla stragrande maggioranza delle persone.

Altre Parti

 

  1. Fabrizio Ventre

    Mi occupo di SEO e Lead Generation. Somo appassionato di tecnologia e innovazione e fondatore di alcune importanti testate hi-tech. Attualmente Seo Manager presso Omniaweb.

In primo piano

Articoli collegati

Newsletter Seotopic.com

Ti è piaciuto questo articolo? Non perderne nessuno, iscriviti alla newsletter per riceverli una email ogni volta che verrà pubblicato un nuovo incredibile post.

Commenti

  1. Avatar

    Ok siamo tutti d'accordo, ma non diciamo nulla di nuovo mi pare di capire tranne il fatto che si debba fare come qualsiasi sito ovvero: testi originali in lingua, parole chiave in lingua e poco altro...corretto? oppure qualcuno ha suggerimenti diversi testati e provati? ciao a tutti!

    Rispondi
  2. Avatar

    La gestione multilingua ti obbliga a gestire le lingue come minisiti a parte e non come unico blocco.

    impostazioni menù, scelta dominio e server, strutturazione menù corretta, ecc ecc mi pare ci sia ben di più di un normale sito...

    quel poco altro mi spaventa, forse ti sei persa qualche info per strada o forse sono stato io poco chiaro :-)

    quanto scritto ti sembrerà anche nulla di nuovo ma fatto sta che 9 siti su 10 gestiscono male il multilingua...

    Rispondi
  3. Inserisci il tuo commento


    Autore:

    Email (per ricevere aggiornamenti sui commenti):

    Tuo sito (opzionale):

    Codice antispam: 1492984800
    Ricopia Codice:

    Testo (minimo 20 caratteri):

Seotopic

Probabilmente il miglior blog Seo degli ultimi 150 anni.
I seo si stanno estinguendo. Aiutaci a salvarli !!!!

  • Vicenza, Padova, Milano
  • Mobile:
  • Email: info@seotopic.com

Dove opero

Mi trovi a: Vicenza, Padova, Verona, Treviso.

Contatti

  • Vicenza, Padova, Milano
  • Mobile:
  • Email: info@seotopic.com