E' davvero finita l'era di Dmoz ?

25/09/07 seo Traffico e Link 4 commenti 3078 letture
E' davvero finita l'era di Dmoz ?
Tagliaerbe ha recentemente segnalato che cercando dmoz.org su Google, non compare la celebre directory, almeno non con l'homepage storica e ne tanto meno con i sublink di maggiore rilevanza.

Secondo il parere di molti e dello stesso autore del post originario, questa strana penalizzazione di Dmoz sarebbe dovuta alla perdita di interesse di Google verso Dmoz e le directory in generale.

Analizzando un pò il comportamento e i risultati di varie Serp riguardo la "galassia Dmoz", sono dell'idea che tale problema sia qualcosa di temporaneo e dovuto al semplice cambio di url (per errore o per riorganizzare un pò l'intera struttura) piuttosto che pensare che Google voglia in qualche modo scaricare l'intero progetto Dmoz, che comunque da più parti è stata criticata perchè troppo "umanizzata" ...

C'è infatti da considerare anche l'eventuale errore umano; con una LP cosi alta come quella di Dmoz, eventuali errori verrebbero indicizzati anche in meno di mezza giornata creando non pochi problemi (cosa già vista in passato con altri siti di importanza simile).

Ecco 3 indizzi interessanti:

1) Tutte le pagine Dmoz fanno redirect 301 da http://dmoz.org a http://www.dmoz.org.
Basta infatti che provate ad andare su http://dmoz.org/World/Italiano/ e sarete rispediti a http://www.dmoz.org/World/Italiano/.
In precedenza, invece, l'url ufficiale era http://dmoz.org.

2)  Google Directory ora è visibile anche nei domini in lingua, mentre precedentemente era raggiungibile solo dal domnio .com.

In sintesi la Google Directory per l'Italia ora èr aggiungibile direttamente da http://directory.google.it/ cosi come la directory francese  da http://directory.google.fr mentre precedentemente occorreva richiamare comunque il sito .com ovvero http://directory.google.com/Top/World/Italiano/

3) Da alcune Serp sembra che il cambio di domini su Google e Dmoz sia cosi recente da non aver ancora permesso ai vari datacenter e ai vari spider di re-indicizzare il tutto correttamente, tanto che su alcuni datancenter ci sono ancora gli ip numerici invece del dominio www.dmoz.org

Ovviamente, tutte queste considerazioni vanno interpretate, bisognerebbe soprattutto chiedersi se stiamo visualizzando l'inizio di un processo o semplicemente la coda di quello che è già accaduto?


  1. Fabrizio Ventre

    Mi occupo di SEO e Lead Generation. Somo appassionato di tecnologia e innovazione e fondatore di alcune importanti testate hi-tech. Attualmente Seo Manager presso Omniaweb.

In primo piano

Articoli collegati

Newsletter Seotopic.com

Ti è piaciuto questo articolo? Non perderne nessuno, iscriviti alla newsletter per riceverli una email ogni volta che verrà pubblicato un nuovo incredibile post.

Commenti

  1. Avatar

    Complimenti per le deduzioni...

    io speravo che fosse la volta buona che google accantonasse dmoz. e invece niente da fare.

    Rispondi
  2. Avatar

    Guarda, potremmo discutere anni interi su come viene gestita dmoz;

    però qualitativamente una selezione "umana" è ancora per il momento decisamente migliore di una selezione effettuata da un algoritmo

    Rispondi
  3. Avatar

    Il problema di dmoz non è la directory in sè ma il modo in cui viene gestita da alcuni editori che sia pur gratuitamente lasciano nel dimenticatoio una miriade di siti validi "premiando" altri che proprio di "premi" non avrebbero bisogno.

    Rispondi
  4. Inserisci il tuo commento


    Autore:

    Email (per ricevere aggiornamenti sui commenti):

    Tuo sito (opzionale):

    Codice antispam: 1493416800
    Ricopia Codice:

    Testo (minimo 20 caratteri):

Seotopic

Probabilmente il miglior blog Seo degli ultimi 150 anni.
I seo si stanno estinguendo. Aiutaci a salvarli !!!!

  • Vicenza, Padova, Milano
  • Mobile:
  • Email: info@seotopic.com

Dove opero

Mi trovi a: Vicenza, Padova, Verona, Treviso.

Contatti

  • Vicenza, Padova, Milano
  • Mobile:
  • Email: info@seotopic.com